social copy

Social Copywriting: la scrittura efficace sui social media

Scrivere per i social media in modo persuasivo. Come abbiamo visto nel nostro post dedicato al piano editoriale, i contenuti per i social non possono prescindere da alcuni elementi che variano in base alle peculiarità dei canali stessi di destinazione (Facebook, Linkedin, Instagram etc.)

L’obiettivo è comunque comune a tutti: convincere. Ma bisogna farlo in modo efficace e senza dilungarsi.

social copywriting

Cosa si intende per Social Copywriting

Copywriting” è l’arte di scrivere contenuti testuali persuasivi finalizzati alla conversione. Il Social Copywriter è dunque quella figura professionale che scrive i testi e li rende adatti ai social media anche sotto il punto di vista dell’advertising. Per comunicare un messaggio attraverso il testo, non basta, infatti, saper scrivere correttamente in italiano rispettando le regole grammaticali, bisogna conoscere e utilizzare specifiche tecniche e strategie di scrittura per il web.

Consigli Utili

Gli elementi chiave da tenere bene in mente quando si utilizzano i Social Network per fare marketing sono: il target, il linguaggio, la lunghezza del messaggio, la tipologia di messaggio.

scrivere per i social
  • IL TARGET: chi sono i miei follower? Che età hanno? Di che nazionalità sono?

Avere le idee chiare sul proprio target permette di concentrare risorse e attenzione sui canali social più utilizzati dagli utenti destinatari del messaggio e consente di utilizzare il tone of voice più adatto ad entrare in sintonia con le loro aspettative e con le tendenze del momento. Uno strumento di marketing molto utilizzato per conoscere meglio il proprio target si chiama buyer persona: si tratta di un personaggio fittizio che rappresenta il cliente tipo dell’azienda sulla base di caratteristiche personali e socio-demografiche.

  • Il LINGUAGGIO con cui si esprimono gli utenti: confidenziale o formale?

Due cose essenziali da tenere a mente per utilizzare al meglio i social, qualsiasi essi siano: non essere mai impersonali o anonimi, non parlare mai troppo di sé stessi, ma usare la propria unicità per coinvolgere la community facendola entrare in empatia con i valori del brand.

Le storie, per esempio, sono un ottimo modo per connettersi con le persone e per creare un legame con loro. La tecnica dello storytelling può essere molto utile: su facebook sarà più di tipo visual che non testuale e deve mostrare situazioni coinvolgenti ed emozionanti per il destinatario. Il prodotto o servizio offerto non deve mai essere il protagonista assoluto ma deve essere un contorno a tutta la storia raccontata.

Su qualsiasi piattaforma di social network si hanno pochi secondi per riuscire a catturare l’attenzione dell’utente: per questo è importante che il contenuto sia di qualitàprivo di errori degno di attenzione. Per prima cosa occorre dunque fare attenzione agli errori grammaticali rileggendo più volte il testo e monitorando costantemente i commenti, i messaggi e le metriche di analytics, per vedere che cosa sta funzionando e cosa no nel piano editoriale.

  • LA TIPOLOGIA di messaggio: visuale o testuale?

Scegliere attentamente i link e i contenuti media da condividere assieme al testo è fondamentale per il messaggio da veicolare. I video o gli altri contenuti media attirano più attenzione rispetto al semplice testo. Quindi assicurarsi di condividere materiali in linea con il proprio brand arricchisce il valore del contenuto pubblicato.

campagna MINI

In tutti i casi, e su tutti i canali però, la creatività non deve mancare mai. Il mezzo di trasmissione del messaggio conta ma inventare qualcosa di unico e originale conta ancora di più.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn